Home
PSR – GCA - Misura 4 – il Progetto Collettivo PDF Stampa E-mail

4-ISTITUZIONALI

 

 

 

 

 

PSR: GCA - MISURA 4 – IL PROGETTO COLLETTIVO

 

4.4.2. Introduzione di infrastrutture verdi 

 

 

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO 2014-2020
BANDO PUBBLICO REG UE 1305/2013, Art. 14
codice misura 4 - Investimenti in immobilizzazioni materiali
codice sottomisura 4.4 - Sostegno a investimenti non produttivi connessi all'adempimento degli obiettivi agro-climatico- ambientali
codice tipo intervento 4.4.2. - Introduzione di infrastrutture verdi
  Bando per l'Esercizio e la gestione del GCA
Autorità di gestione Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste
Struttura responsabile di misura Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca

 

 

DESCRIZIONE TIPO INTERVENTO

 

II presente tipo di intervento intende sviluppare connessioni ecologiche tramite le “infrastrutture verdi”, per migliorare la qualità delle acque e sostenere la biodiversità naturalistica in aree agricole a gestione tipicamente intensiva.
Viene pertanto sostenuto, accanto alla messa a dimora di fasce tampone, siepi e boschetti, il miglioramento dello stato ecologico dei corpi idrici naturali, attraverso la riqualificazione ambientale di fossati e collettori aziendali, esistenti o di nuova realizzazione, dove si realizzano formazioni vegetazionali propedeutiche allo sviluppo della fauna a macroinvertebrati, che costituisce il primo tassello funzionale allo sviluppo della piramide ecologica del biota nei corpi idrici.

 

Gli investimenti previsti sono i seguenti:

a- Impianto di nuovi corridoi ecologici arboreo-arbustivi
b- Impianto di boschetti
c- Realizzazione di operazioni aziendali di riqualificazione della rete idraulica minore

 

Il tipo di intervento 4.4.2 è attivato esclusivamente all’interno del Progetto Collettivo Agroambientale (PRO.CO.) che viene realizzato attraverso il bando di finanziamento di cui al Tipo di intervento 16.5.1.

 

4.4.3. Strutture funzionali all’incremento e valorizzazione della biodiversità naturalistica

 

 

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO 2014-2020
BANDO PUBBLICO REG UE 1305/2013, Art. 14
codice misura 4 - Investimenti in immobilizzazioni materiali
codice sottomisura 4.4 - Sostegno a investimenti non produttivi connessi all'adempimento degli obiettivi agro-climatico- ambientali
codice tipo intervento 4.4.3. - Strutture funzionali all'incremento e valorizzazione della biodiversità naturalistica
  Bando per l'Esercizio e la gestione del GCA
Autorità di gestione Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste
Struttura responsabile di misura Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca

 

 

 

DESCRIZIONE TIPO INTERVENTO

 

L’intervento consiste nella realizzazione di strutture ecologiche o installazione di manufatti che, in modo diverso, contribuiscono ad incrementare la consistenza delle popolazioni di fauna selvatica nell’ambito degli agroecosistemi ed a migliorare la fruizione dei biotopi dove, specialmente l’avifauna, trova rifugio.


In particolare, l’intervento riguarda la realizzazione di:

1 - strutture funzionali alla diffusione della fauna selvatica
2 - aree umide


Il tipo di intervento è attivato esclusivamente all’interno del progetto collettivo agroambientale (PRO.CO.) che viene realizzato attraverso il bando di finanziamento di cui al Tipo di intervento 16.5.1.

 

MODUS OPERANDI

Gli interventi collegati al PRO-CO, proposti dalle singole aziende, riguardano:

  • Investimento non produttivo “4.4.2. Introduzione di infrastrutture verdi” mediante la realizzazione dell’impianto di nuovi corridoi ecologici arboreo-arbustivi (T.I. 4.4.2.a), l’impianto ex novo di macchie boscate naturaliformi (T.I. 4.4.2.b) e l’adeguamento e la rivegetazione di fossati aziendali (T.I. 4.4.2. c).
  • Investimento non produttivo “4.4.3. Strutture funzionali all’incremento e valorizzazione della biodiversità naturalistica” mediante la realizzazione di strutture ecologiche, quali ad esempio aree umide (T.I. 4.4.3.2) o di strutture funzionali alla diffusione della fauna selvatica (T.I. 4.4.3.1) che, in modo diverso, contribuiscono ad incrementare la consistenza delle popolazioni nell’ambito degli agroecosistemi ed a migliorare la fruizione dei biotopi dove, specialmente l’avifauna, trova rifugio.

Nel complesso il progetto collettivo vedrà realizzarsi:

 

 n. Aziende T.I. Dimensione SOI ha 
27 4.4.2.a  ≈ 58 km ≥ 34 
2 4.4.2.b  ≈ 4000 m2 ≈ 0.4 
8 4.4.2.c  ≥ 5.5 km ≈ 4.5 
5 4.4.3/1 n. 119 -
2 4.4.3/2 ≈ 1000 m2 ≈ 0.1

 

 

Le opere ricadono nei comuni di Rovigo, Villadose, Ceregnano, Adria, Pettorazza Grimani e San Martino di Venezze. 

 

 

SOGGETTI GCA

COMUNE

INTERVENTO

 

CONSORZIO DI BONIFICA ADIGE PO

 

Coordinamento

       

1

BALDISSEROTTO FRANCESCO

Adria

4.4.2.a

2

GRANDI MIRCO

Adria

4.4.2.a

3

MASSARO ALBERTO

Adria

4.4.2.a/4.4.2.c

4

MASSARO EMANUELE

Adria

4.4.2.a/4.4.2.c

5

CORTE S. ROCCO S.S. SOCIETA' AGRICOLA DI SPINELLO E CROZZOLETTO

Adria

4.4.2.a

6

AZ. AGR. EREDI GRISOTTO ARTURO S.S. SOCIETA' AGRICOLA

Adria

4.4.2.a

7

CHINARELLO MARCO

Adria

4.4.2.a/4.4.2.b

8

SOCIETA' AGRICOLA CASALINI STEFANO E GIULIA

Adria

4.4.2.a

9

SOCIETA' AGRICOLA LIONELLO RINALDO E NICOLA

Adria - Villadose

4.4.2.a/4.4.2.c/4.4.3.-1

10

AZIENDA AGRICOLA VIVAI DI DE SERO FILIPPO

Villadose

4.4.2.a/4.4.2.c

11

BRULLARE S.A.S. SOCIETA' AGRICOLA DI LIONELLO LUIGINA & C

Villadose

4.4.2.a/4.4.3.-1

12

SOCIETA' AGRICOLA CAVICCHIO ADELMO E RENZO

Villadose

4.4.2.a/4.4.2.c

13

BETTARELLO CARLETTO

Villadose

4.4.2.a

14

GIROTTO MILVA

Villadose

4.4.2.c/4.4.3.-1/4.4.3.-2

15

BETTARELLO LISA

Villadose

4.4.2.a

16

LIONELLO ANTONIO E STEFANO S.S. SOCIETA' AGRICOLA

Villadose

4.4.2.a/4.4.3.-1

17

SERAIN GIANCARLO

Villadose

4.4.2.a

18

SERAIN MIRCO

Villadose

4.4.2.a

19

TRIGOLO ARIANNA

Villadose - Ceregnano

4.4.2.a

20

DE STEFANI ALBERTO E FABIO S.S. SOCIETA' AGRICOLA

Ceregnano

4.4.2.a

21

SPAGNOLO LUCA

Ceregnano - Rovigo

4.4.2.a

22

QUADRI GIOVANNI

Rovigo

4.4.2.a/4.4.2.b/4.4.2.c/4.4.3.-2

23

SANTATO ROBERTO

Rovigo

4.4.2.a

24

VENTURATO GIOVANNI

Rovigo

4.4.2.a/4.4.3.-1

25

GIOLO ANDREA

Rovigo–S. M. di Venezze

4.4.2.a

26

AZ. AGR. LE BARBARIGHE DI LEONARDO GAGLIARDO

San Martino di Venezze

4.4.2.a/4.4.2.c/4.4.3.-1

27

FAVARON GIANLUIGI

San Martino di Venezze

4.4.2.a

28

BALDISSEROTTO PAOLO

Pettorazza Grimani

4.4.2.a

 

Interventi ed Aziende GCA ordinate per Comune

 

Elenco pubblicato sul Decreto Dirigenziale dell’Area Tecnica Competitività Imprese – Settore Sviluppo Rurale di Avepa n. 1000/2018 del 9 agosto 2018 e nota Avepa prot. n.0142703 del 6 settembre 2018

 

 

 

 

L’unità territoriale di appartenenza dell’area oggetto di intervento è la “NORD”.


I canali della rete consortile, annoverati nell’elenco degli idronimi della rete WISE, nelle cui adiacenze si effettueranno gli interventi, sono:

 

- Ceresolo
- Adigetto
- Valdentro Irriguo
- Ramostorto Irriguo
- Fossetta

 

Altri canali consortili interessati sono:

 

- Bresega
- Tron

 

Il Progetto Collettivo interessa, quindi, la porzione centro orientale del consorzio, sviluppandosi a partire dal comune di Rovigo verso la città di Adria, coinvolgendo 6 comuni ed intersecando un sistema idraulico complesso ed articolato, ricco di corsi d’acqua della rete WISE, ricompresi nel Distretto Idrografico del Po e nel bacino idrografico del Fissero-Tartaro-Canalbianco.


I canali Adigetto, Ceresolo, Bresega e Tron scorrono pressoché parallelamente verso il nodo idraulico di “Botti Barbarighe”, convogliando successivamente le acque nel canale Nuovo Adigetto. Un simile percorso viene seguito dallo scolo Fossetta che riceve le acque dello Scolo Valdentro Irriguo e del Ramostorto. L’intero sistema idraulico sfocia in Canalbianco, che funge da collettore per l’intera porzione di territorio in cui si sviluppa il progetto.


Delle 28 aziende agricole del GCA, la maggior parte delle quali con particelle oggetto di impegno contigue a canali WISE sopra citati, 12 realizzano interventi complessi e combinati, mentre le restanti 16 partecipano al progetto collettivo favorendo la connessione tra le prime, mediante la piantumazione di corridoi ecologici che forniscono habitat, cibo e rifugio alla fauna selvatica e all’avifauna della zona. Gli appezzamenti in cui è prevista la creazione di piccole area umida, impreziosiscono il progetto creando delle oasi di collegamento tra i vari ambienti.


L’attuazione di questi interventi garantisce un continuum ecologico nella parte centro orientale della provincia; l’intera porzione territoriale acquisirà una notevole valenza ambientale, in particolare in un territorio fortemente semplificato perché dedito prevalentemente ad agricoltura intensiva, un contesto povero, dal punto di vista ecologico, ma con enormi potenzialità, grazie alla forte e costante presenza di flusso idrico.

 

 

immagine e.ElaboratoCartografico small

 

Ubicazione degli interventi
PRO-CO – Allegato 2 - elaborati grafici – Corografia Generale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Siepe SITO